© 2015 by Ricky's Ride. 

  • Black YouTube Icon
  • Black Instagram Icon
  • Black Facebook Icon

Bmw R nineT - Old School Motorcycle

September 1, 2015

Avrei avuto la possibilità di provare questa moto già a giugno, quando ho ricevuto una mail da parte della Bmw Italia a proposito di un loro test ride che avrebbero organizzato da lì a poco. Siccome mi ero innamorato di questo modello all'Eicma dell'anno prima, e non vedevo l'ora di poterlo provare, ho colto subito l'occasione e ho confermato la mia partecipazione presso un loro rivenditore in provincia di Como, per la precisione a Grandate.

 

Per fortuna  il giorno del test pioveva come in un film americano e quindi non se n'è fatto nulla. Ho scritto per fortuna perchè, chiamando il concessionario, avevo scoperto che si sarebbe trattato di provare la moto, insieme ad altre persone, praticamente in fila indiana, dietro un collaudatore Bmw, per soli 15 minuti. Sentendo la mia delusione per la mancata prova, il rivenditore è stato gentilissimo e mi ha detto che se avessi voluto, lui mi avrebbero fatto provare la moto quando volevo, da solo e almeno per un'ora. Così abbiamo stabilito una data e sono riuscito a guidarla con calma.

 

La nineT è già bella in foto, e dal vivo è bellissima. Rifinita fin nei più piccoli dettagli, ha una linea classica, retrò, ma allo stesso tempo moderna. A me piacciono molto il fanale anteriore, quasi sospeso in mezzo alla forcella, il serbatoio, dalla linea sinuosa e gli inserti in alluminio, i supporti della sella e del parafango anteriore, anch'essi in alluminio, il doppio scarico Akrapovich, dal sound corposo e...praticamente mi piace tutto! Ho sentito che a qualcuno non piace molto perchè risulta forse un pò troppo piena nella parte anteriore, diciamo più cicciotta rispetto al posteriore, che è molto scarno, ma sinceramente io questa cosa la trovo bella.

 

La prima impressione appena salito in sella è stata "ma quanto è raccolta!". Diciamo che è una moto per motociclisti abbastanza piccoli o di statura media, sopra il metro e ottanta secondo me si fa fatica a starci comodi. Il secondo pensiero, sempre a motore fermo, è stato "ma quanto è leggera!". Nonostante superi i 220 kg, sembra un moto leggerissima, e in movimento la situazione migliora ancora, merito della posizione molto bassa del motore. Un particolare che mi è piaciuto molto è stato l'accensione, il suono e lo scossone che dà appena accesa è fantastico. Ti catapulta immediatamente indietro di 30 anni, e se dovessi trovare un aggettivo che descriva l'avviamento direi "ruvido". Questo grazie anche al doppio scarico Akrapovich di serie, al quale era stato rimosso il DB killer.

 

 

Ma come va in movimento? Benissimo. Il motore, un affidabilissimo e classicissimo boxer con raffreddamento ad aria/olio da 1.170 cc, è molto fluido, non strappa mai, neanche se si esagera con il gas. Questo fa capire sin da subito che è una moto in cui la guida sportiva, nonostante i suoi 110cv, non è contemplata, ma predilige un'attitudine più tranquilla, più old style. Guidarla dà un gusto particolare che ti fa venire tantissima voglia di stare in sella godendosi il paesaggio, magari alla ricerca di qualche osteria sperduta in mezzo alla campagna.

 

Tutto ciò la rende molto semplice e adatta anche a chi non ha molta esperienza con moto di grossa cilindrata. Anche l'impianto frenante è ben gestibile, modulabile e adeguato alle prestazioni di questo modello. L'unica cosa che ho trovato migliorabile, per quanto riguarda la guidabilità, è la frizione. Ha uno stacco troppo invasivo in scalata. Non sono riuscito a capire se era colpa del mio stile di guida, non essendo abituato al cardano, o se invece è un difetto riscontrato anche da altri e quindi riconducibile al mezzo. 

 

Per quanto riguarda il comfort non ho riscontrato grossi fastidi. L'ho provata anche in due e siamo stati abbastanza comodi, sopratutto non ho ricevuto particolari lamentele dalla mia fidanzata. In austrada però, se si superano i 120 km/h, il vento inizia a dare fastidio e non credo che si possano mantenere grandi medie su lunghi viaggi. Comunque il suo terreno non è quello, ma le strade di campagna, montagna e costa, dove con una bella guida fluida ci si può godere le curve e i luoghi che si stanno percorrendo.

 

Anche questa moto, come la Scrambler, cavalca l'onda dei customizzatori, e con davvero poche mosse, si possono smontare parti del telaio in modo da poterla adattare ai propri gusti, in più il catalogo Bmw è pieno di accessori già pronti per essere cambiati con molta facilità da chiunque abbia un pò di manualità.

 

L'unica nota veramente negativa è il prezzo. 16.000€ è quanto si deve lasciare al concessionario per potersela portare a casa. E va bene che è una Bmw, va bene che è ben curata, però in fin dei conti è una moto molto basilare, senza elettronica e senza menate superflue. Quindi secondo me potevano stare anche un pò più bassi, e magari ne avrebbero anche vendute di più.

 

Ho realizzato un breve video della mia prova. Spero vi faccia venire voglia di provarla.

 

 

 

 

 

Please reload

Motorcycle Lover
Categories
Please reload

My Youtube Channel
Last Posts
Please reload