© 2015 by Ricky's Ride. 

  • Black YouTube Icon
  • Black Instagram Icon
  • Black Facebook Icon

Ducati Scrambler Flat Track Pro - Test Ride al Days of Joy!

May 16, 2016

 

Avevo già provato la Ducati Scrambler appena era arrivata nei concessionari un anno fa circa, ma quando questo inverno ho saputo che ci sarebbe stata la possibilità di riprovarla durante un evento completamente dedicato a questa moto, non ci ho pensato su due volte e mi sono iscritto alla prima data dei Days of Joy!

 

Il programma completo della giornata prevedeva varie attività, tra cui il corso di flat track con le nuove 400, la scuola guida, il test ride, il corso di manutenzione. A queste se ne aggiungevano alcune extra, come il tiro con l'arco e l'arrampicata. Io ho partecipato al test ride, al corso di manutenzione e alle attività extra. Il tutto comprendeva anche una bella grigliata per rifocillarsi per bene a fine mattinata!

 

La location scelta per organizzare questa giornata di divertimento è stata la Cascina di Vairano, ovviamente a Vairano di Vidigulfo (PV). Un posto veramente molto bello, una di quelle vecchie cascine con i classici mattoni rossi (ristrutturata molto bene) e con un grandissimo piazzale centrale. Quando siamo arrivati e abbiamo fatto l'accreditamento ci è stato dato un "kit di benvenuto" di tutto rispetto, che comprendeva una tazza, un cappellino, uno zainetto, una borsa, alcune riviste, un portadocumenti, un foulard, e altri gadget. Era veramente tanta roba, talmente tanta, che abbiamo poi avuto problemi a portarla via...per fortuna avevamo uno zaino molto capiente!!!

 


Devo dire però che nonostante tutto, a fine giornata ero un po' deluso, perché sinceramente mi aspettavo qualcosa di diverso. Mi aspettavo che ci sarebbe stata molta più gente, credevo che, oltre alle persone che avrebbero partecipato ai vari corsi di guida, ci sarebbero stati tantissimi appassionati, pronti a godersi una giornata all'aperto in compagnia...e naturalmente a parlare di moto! Invece oltre agli iscritti ai corsi di guida, c'erano pochissime persone...e pochissime moto, una quindicina al massimo! Peccato, perché secondo me c'erano tutti gli ingredienti giusti per organizzare un bel evento!!!

 

Ma adesso passiamo alla moto, la Ducati Scrambler Flat Track Pro! Avevo già intenzione di provare questa versione ancora prima di partire, e quando sono arrivato e l'ho vista, ho subito appeso il casco al manubrio per prenotarla!!!

 


Questo modello sostanzialmente è uguale alla versione standard, cioè alla Icon. Le differenze più evidenti sono a livello estetico - dettagli - ma sono molte. Sulla Flat Track c'è infatti un cupolino, le manopole sono gialle e nere, gli specchietti sono ricavati dal pieno, così come il tappo del serbatoio dell'olio del freno anteriore, la sella ha delle cuciture gialle, dei nuovi supporti delle frecce, il parafango anteriore è più corto, c'è un copri pignone in alluminio ricavato dal pieno e delle tabelle porta numero laterali.  Oltre a tutto ciò, questo modello è dotato di uno doppio scarico Termignoni e di un manubrio basso a sezione variabile. Particolari che condivide con la Full Throttle.

 

Tutto il resto, vale a dire la base della moto, cioè il motore e la ciclistica, è esattamente lo stesso della versione standard. Quindi durante la mia prova mi sono concentrato più che altro sullo scarico e sul manubrio.


Come ho acceso la moto, dal Termignoni è uscito subito un bel sound, e vi assicuro che la differenza rispetto a quello standard si sente immediatamente. A livello di prestazioni non cambia praticamente nulla, ma quando apri è un piacere per le orecchie. Anche se a me è piaciuto ancora di più durante la fase di rilascio, quando scali e lui scoppietta! Non costa poco, ma se si possono spendere quei soldi, beh...secondo me ne vale la pena!

 

L'altra modifica su cui mi sono concentrato è stato il manubrio. Questo, sempre comparato a quello standard, a mio avviso è molto, ma molto meglio. Mi ha fatto sentire più a mio agio sulla moto, dandomi un maggiore senso di controllo, permettendomi anche di caricare maggiormente l'anteriore. E' una modifica non eccessivamente costosa e la consiglio a tutti i possessori di Ducati Scrambler. Anche la posizione di guida, è meno "seduta" e più sportiva.

 

Per quanto riguarda il resto della moto, non posso che confermare le sensazioni che avevo avuto un anno fa quando avevo provato la Icon. La moto è molto leggera e maneggevole, veramente facile da guidare. La tenuta di strada è davvero eccezionale, sembra su un binario, ed è facilissimo impostare le curve e tenere la linea scelta. Il motore, da parte sua, ha un'erogazione regolare e progressiva, tiene bene a tutti i regimi, e quando entra in coppia diventa molto divertente. Per come piace guidare a me, e cioè girare con il motore alto, questa moto ha la potenza giusta per un utilizzo stradale. Poi se uno volesse girare un po' più tranquillo, la Scrambler si adatta perfettamente, e grazie alla mancanza di vibrazioni e ad un on/off quasi inesistente, si presta davvero a fare di tutto. 

 

Durante la prova ho testato le sospensioni sia su strade "abitate" di paese, che su stradine di campagne asfaltate ma piene di buche o sporche di terriccio o ghiaietto. Devo dire che le hanno assorbite bene e non hanno trasmesso scossoni fastidiosi sul manubrio. Anche in accelerazione fuori dalle curve, sono riuscito ad aprire il gas sulle buche senza problemi. 

 

 

Mi sono piaciute molto anche le Pirelli MT 60 RS. Mi sono sembrate gomme sincere e con una buona tenuta di strada. Mi hanno trasmesso da subito una buona confidenza e un buon senso di sicurezza.

 

Anche la Flat Track Pro, come ormai tutte le moto moderne, è dotata del sistema ABS di serie, ovviamente disinseribile in caso di uso  in "fuoristrada". L'impianto frenante, durante la prova, mi è sembrato adeguato alle prestazioni della moto. Ho raggiunto subito un buon feeling con l'anteriore, mentre ho fatto più fatica a "sentire" il posteriore! Non riuscivo a capire bene quanto stessi schiacciando sul pedale del freno.

 

 

Ma veniamo a quello che secondo me è davvero l'unico aspetto negativo di questa moto, e  cioè il calore che emette il motore. Scalda veramente tanto. Ogni volta che mi sono fermato per qualche istante (per mai più di un minuto) ho sempre sentito salire un gran caldo dal bicilindrico, ed era una cosa che avevo già notato un anno fa. Diciamo che in città, a luglio, fermi sotto il sole ad un semaforo...beh, la cosa potrebbe essere abbastanza fastidiosa! 


Prima di lasciarvi alla mia video prova, vi anticipo che per la prima volta ho partecipato ad un test ride di gruppo. E' stata un'esperienza abbastanza interessante, sopratutto perché alla fine mi sono potuto confrontare con i tester ufficiale e poi perché il percorso scelto non era male. Però sinceramente preferisco molto di più quando vado a provare le moto da solo...potete bene immaginare il perché!

 

 

Ci vediamo alla prossima!

 

Ciao a tutti!!!

 

 

 

Please reload

Motorcycle Lover
Categories
Please reload

My Youtube Channel
Last Posts
Please reload