© 2015 by Ricky's Ride. 

  • Black YouTube Icon
  • Black Instagram Icon
  • Black Facebook Icon

Honda CB 650 F - Erede Del Vecchio Hornet?

October 25, 2017

 

L'aggettivo onesto di solito viene utilizzato per indicare una persona moralmente integra, con saldi principi di giustizia e rettitudine. E' una parola assolutamente positiva che rende fiero di se stesso qualunque individuo a cui venga associata. A volte però, può significare anche altro, dipende molto dall'intenzione di chi sta parlando o scrivendo. Onesto, può avere infatti un valore differente e riferirsi ad un individuo o ad un oggetto che passano totalmente inosservati, senza lasciare un segno. Questo è il caso della Honda CB 650 F!

 

Nata dall'esigenza di rispondere alla crisi economica che da anni attanaglia il mercato delle moto (e non solo), questa naked di media cilindrata, nelle intenzioni della Honda, avrebbe dovuto sostituire il vecchio Hornet. Moto che ai suoi tempi aveva fatto strage di cuori. Spinta da un quattro cilindri in linea in grado di sprigionare 91 cv, il CB 650F non può vantare una componentistica di altissimo livello, sopratutto dal punto di vista elettronico, dove  si può menzionare solo l'ABS.

 

 

Anche a livello estetico le finiture sono abbastanza scarsine, e l'unico aspetto degno di nota, almeno per i miei gusti, sono i coperchi bronzati del carter e della testa del motore.

 

Però bisogna ricordarsi che questa moto può essere portata nel proprio garage con soli 7.750,00€, e quindi è necessario valutarla per quello che si paga. Ed è proprio sotto questa luce che per descriverla con una sola parola, uso il termine onesta. 

 

Il propulsore di questa Honda è il classico motore dell'ala dorata, super sfruttabile ma quasi per niente esaltante. Nonostante i 91 cv, quando si gira la manopola del gas e ci si aspetta che arrivi una bella spinta, beh...questa non si presenta. Sale di giri lentamente e non cambia carattere quando entra in coppia. Dall'altra parte non soffre di vibrazioni e riesce a riprendere quota anche a basse velocità senza sussulti. 

 

Il comparto sospensioni, dove troviamo una forcella della Showa Dual Bending Valve a steli tradizionali da 41mm e un mono regolabile nel precarico, ha una doppia faccia. Molto secco il posteriore, che fatica un po' a copiare bene le buche, giusto l'anteriore, che assorbe bene le asperità dell'asfalto (pur non essendo morbidissima) e offre anche un sostegno decente quando si spinge un pochino di più. 

 

A differenza di quanto mi aspettassi, mi sono trovato molto bene con l'impianto frenante. Le pinze della Nissin, nonostante i due pistoncini, fermano bene i 208 kg del CB, con una potenza adeguata e facile da gestire ma ben presente quando serve.

 

A livello di guida questa Honda...è una Honda! Facile da condurre, mantiene bene le linee che si impostano ed è subito molto intuitiva. Risulta però un po' lenta nei cambi di direzione, nelle "esse", dove il suo peso si fa sentire e ne rallenta le manovre. Bisognerebbe metterla a dieta, però i soldi sono pochi, quindi...junk food!

 

1/2

 

Penso che questa moto possa puntare a tre differenti tipologie di motociclisti. Il primo è il principiante che vuole prendersi una moto tranquilla, con cui fare esperienza, ma allo stesso tempo vuole sentirsi su una di quelle "sportive". Il secondo è il motociclista di ritorno, colui che è stato lontano dalle moto per un po' di anni e vuole riavvicinarsi gradualmente, senza strafare. Il terzo è quello che purtroppo deve fare i conti con il proprio portafoglio e vuole spendere poco ma avere una moto che non lo lasci a piedi.

 

Per questa prova devo ringraziare i ragazzi di Bianco Moto di Cuneo, che sono stati super gentili e mi hanno messo a disposizione il loro CB 650F per una giornata intera, permettendomi tra l'altro di scoprire un po' le montagne intorno a Cuneo, che non conoscevo, ma che ora adoro.

 

Buona visione e alla prossima!

 

Please reload

Motorcycle Lover
Categories
Please reload

My Youtube Channel
Last Posts
Please reload